Lettere

Finanziamenti per la mobilità ciclistica

di Redazione web

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata a tutti i Sindaci del Medio Friuli da parte della Fiab Codroipo – Amici del pedale in merito alla Legge regionale 8/2018. La presentazione delle richieste per i contributi messi a disposizione dalla Regione per piste ciclabili e simili scade nei prossimi giorni.


Il 23 febbraio 2018 il Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia approvava, con voto unanime, la Legge Regionale n. 8 del 2018 che si intitola “Interventi per la promozione della nuova mobilità ciclistica sicura e diffusa”.
Il relativo regolamento per la concessione dei contributi secondo quanto previsto all’art. 14, veniva emanato dalla Giunta, previo passaggio nella IV Commissione consigliare, il 15 maggio 2019. 
È a voi tutti nota la possibilità concreta di accedere a contributi annuali per favorire la mobilità ciclabile nei vostri territori e in particolare sono ammessi a parziale finanziamento:
-la redazione del Biciplan, indispensabile per le programmazioni e i futuri investimenti (il relativo documento, redatto dall’arch. Dondè, è stato promulgato dalla Regione lo scorso 2 luglio);
- tutte le azioni e gli interventi per la promozione e lo sviluppo della mobilità ciclabile, secondo quanto disposto dall’art.10 della suddetta Legge.
I finanziamenti, che vanno richiesti entro 90 giorni dalla pubblicazione del regolamento citato, prevedono contributi diversificati che non coprono l’intera spesa preventivata. 
Pertanto è compito dell’Ente locale utilizzare fondi propri a monte di una precisa volontà e impegno politico-amministrativo a favorire la mobilità dolce nel proprio territorio o meglio nell’intero Medio Friuli.
La nostra Associazione, assieme alle altre Associazioni Fiab (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) della Regione è stata parte propositiva nello studio della Legge e ora nella sua attuazione essendo componente del Tavolo tecnico regionale (di cui all’art. 11, punto 3) nominando un proprio rappresentante nel Trec che si avvale di quattro esperti in infrastrutture e mobilità ciclistica che rappresentano:
- il Servizio regionale competente (assessorato alle infrastrutture) in qualità di coordinatore; 
- Friuli Venezia Giulia Strade Spa;
- Direzione competente in materia di turismo (PromoTurismo Fvg);
- le associazioni regionali con comprovata esperienza nel campo della promozione della mobilità ciclistica che sono federate a livello nazionale e coordinate a livello regionale (rappresentate da Fiab Fvg).
Il recente convegno di Ariis per promuovere il Parco dello Stella ha evidenziato il valore del cicloturismo per promuovere l’area del Medio e Basso Friuli che viene altresì attraversato da tre reti ReCir (Rete Ciclabile di Interesse Regionale) che permettono il collegamento con tutta la Regione, il Veneto, l’Austria e la Slovenia. Le importanti località balneari della costa Adriatica possono trovare un naturale collegamento nell’entroterra Friulano raggiungendo Villa Manin passando per il Tagliamento e lo Stella. Un turismo di nicchia (ma non di meno valore) per una “economia che si sposa con ecologia”.
L
a nostra Associazione è ben lieta, rientrando nelle proprie finalità, di cooperare con le Amministrazioni del territorio a utilizzare tutti i finanziamenti possibili per concretizzare le molte idee progettuali finora solo parzialmente realizzate e contribuire anche all’economia turistica degli operatori commerciali e agricoli esistenti e potenzialmente interessati.
Saremmo quindi interessati a conoscere i progetti ciclabili dei vostri comuni e le realizzazioni sia per il turismo che per la sicurezza ciclabile e pedonale a favore dei cittadini e dei potenziali turisti.
In attesa di un positivo o critico riscontro della presente, porgo i più distinti e cordiali saluti.

Renato Chiarotto

Ultimo aggiornamento: 25/08/2019 16:34