Camino al Tagliamento, Libri

Un viaggio di racconti fino all'anima del Friuli

di Silvia Iacuzzi

Non poteva esserci miglior abbinamento che la presentazione di un libro che parla di vini della nostra Regione in una sala degustazione di vini friulani presso un'azienda agricola nostrana, circondati dalle foto dedicate al vino del Circolo fotografico codroipese.
"Storie di vin e di Friuli Venezia Giulia" di Matteo Bellotto ha calcato le scene anche di Pordenone Legge, come di un'altra settantina di location dalla primavera scorsa quando è stato stampato. Si tratta di un viaggio tra le persone e il vino: una raccolta di racconti che durano il tempo di un bicchiere, il tempo che ognuno si concede per ascoltare e parlare, come accade tutti i giorni nei bar dei nostri paesi. Così il lettore scopre luoghi, territori e tradizioni e capisce pian piano le sfaccettature dell'anima del Friuli Venezia Giulia. Ad ogni racconto sono associati un libro, un film, una canzone, un vino friulano e un luogo, liberamente, non come sponsor, tanto che spesso i vignaioli sono ignari di essere stati inclusi nel libro con un gran effetto sorpresa, come è successo proprio anche per Fabiola e Paolo Ferrin, che hanno ritrovato il loro Cabernet Franc associato al racconto che narra del primo bicchiere di vino che si beve. Ovviamente non si sono potuti includere tutti i 15mila produttori della Regione, ma ne sono stati citati parecchi.
Per Bellotto, originario di Gemona del Friuli, ma residente a Udine, si tratta della prima opera organica, anche se tanti sono i suoi racconti e capitoli in volumi collettanei. Ha studiato Filosofia, lavorando per molti anni in bar e osterie in Italia e all'estero raccogliendo continuamente storie e testimonianze che non ha voluto fossero perdute. Da anni studia e lavora nel mondo del vino. La ricerca dell'identità perduta del Friuli contemporaneo attraverso la terra, le persone ed il vino è diventato il suo obiettivo perché sostiene che questo tipo di "promozione serve per aumentare la percezione del valore ... perché la narrazione rileva il valore della terra". Una terra quella del Friuli che, secondo Bellotto, non sa comunicare e che riesce a farsi conoscere solo quando "permette agli altri di fare il quarto a briscola".

EVENTI DI OGGI

Barchessa di Levante di Villa Manin, Passariano di Codroipo.
Mostra di Angiolino
SEGNALA EVENTO
GALLERY
INFO UTILI
RIVISTA STAMPATA
Ultimo aggiornamento: 05/07/2020 10:26