Auguri, Ricordi

Buon 25 aprile, festa della libertà da difendere sempre

di Redazione web

©Mint
L'anniversario della liberazione d'Italia, noto anche come Festa della Liberazione, è un'occorrenza nazionale della Repubblica Italiana, che si celebra il giorno in cui finì la Seconda Guerra Mondiale nel nostro Paese per commemorare la liberazione dal nazifascismo, la fine dell'occupazione nazista e la definitiva caduta del regime fascista.
Oggi celebrare il 25 aprile dovrebbe voler dire ripensare i valori fondativi della Costituzione, riflettere sull’identità nazionale e sui regimi dittatoriali che tolgono la libertà ai propri cittadini.
Purtroppo questa ricorrenza è spesso stata percepita in modo divisivo perchè persistono differenti sentimenti e interpretazioni della storia del Paese, che nel tempo hanno spesso avvelenato il clima della vita pubblica. Tuttavia ricordare questa ricorrenza, e il suo particolare contenuto, significa ritrovare ogni anno il fondamento di una storia comune e di diritti inviolabili dell'umanità che vanno conquistati e difesi.
Per celebrare questa giornata, riportiamo lo scritto di un nostro lettore.

W la liberazione
W il 25 Aprile, uniti come cittadini italiani e del mondo, festeggiamo la liberazione,
grazie ai partigiani e tanta gente comune, che ci hanno liberati dagli invasori e conquistato la libertà.
W la bella Italia democratica, libera dagli oppressori e dittatori,
grazie a una classe politica seria, che ci ha scritto la costituzione più bella del mondo.
W il nostro Servizio Sanitario Nazionale pubblico, che con articolo 32 della nostra costituzione,
dove cita che il diritto alla salute, sia garantito a tutti i cittadini e in eguale misura.
W la scuola pubblica, sia organizzata per fare in modo che il diritto all’istruzione,
sia veramente garantito a tutti i cittadini, senza distinzione di classe sociale ed economica.
W tutte le associazioni e cittadini, che si prestano con grande volontà e responsabilità, a salvare,
in mare i migranti che fuggono da guerre , persone in cerca di pace, vanno aiutati, ospitati e integrati.
W un mondo di pace libero, da armi e guerre che sono strumenti di distruzione e di morte,
quei soldi andrebbero in vestiti per i servizi alle persone, per combattere la fame e investire per la vita.
W la nostra meravigliosa casa comune, nostra madre terra, con tutte le bellezze della natura,
va apprezzata, coltivata, rispettata e amata.
W la società libera da ogni tipo di muri, ma piena di ponti aperti agli altri,
piena di valori veri per la vita. di onestà, giustizia sociale, di amicizia e di solidarietà.
W il 25 Aprile, w la liberazione, w la democrazia, w l’Italia e w la pace.
Francesco Lena 
Ultimo aggiornamento: 21/02/2024 16:58