Codroipo, Auguri

Compleanno secolare per Bruno Infanti

di Pierina Gallina

È stato il “volontario attivo più anziano d’Italia”. Per l’intera vita ha aiutato tutti ed è sempre stato a disposizione della sua Codroipo.
Fin che ha potuto, è stato presente, ogni mattina, all’incrocio del Bar Moroso, come nonno-vigile, ligio eppur severo, all’occorrenza.
Paletta, sorriso e caramelle per bambini e mamme, con la divisa gialla e l’innata ironia, è stato orgoglioso membro del gruppo volontari “Solidal&voluzione O.D.V.” meglio noto come ex Auser codroipese, capitanato da Claudio Pezone.
Lui, Bruno, a 15 anni già costruiva case per la Ditta Martina, di Codroipo. E lo ha fatto per 40 anni. Per questa fedeltà, si è meritato la medaglia d’oro della Camera di Commercio di Udine.
Oltre al lavoro e alla famiglia – nel 1951 aveva sposato Giovanna Scagnetto, da cui ha avuto i figli Paolo, Luisa e Tiziana – Bruno si è costantemente dedicato al prossimo.
Attivissimo Donatore di Sangue, volontario nella Protezione Civile e nella squadra antincendio in teatro e in varie manifestazioni, vigilante dei bambini sugli attraversamenti delle strade, in prima fila accanto agli alpini del gruppo di Codroipo – presieduto da Giorgio della Longa – ha prestato aiuto nelle zone terremotate e alluvionate d’Italia, dal Friuli al Piemonte.
Come spalla l’amico alpino, codroipese, Luciano Fabris, oggi novantatreenne, e tanti altri, della sua stessa, generosa, indole.
In perfetto stile alpino, mai è mancato alle adunate annuali nei vari luoghi d’Italia.
Anche alla più recente, nel 2023, a Udine, sia pur come spettatore, Bruno era presente, con il cappello piumato e la consapevolezza di chi, la guerra, l’ha vissuta davvero.
Per lungo tempo, ha cantato con la Corale Liturgica “Jubilate” di Codroipo, diretta dal Maestro Pierino Donada.
Ha degnamente festeggiato il secolare traguardo con i familiari, i quattro nipoti e la pronipotina, i tanti amici, tra cui quelli della Corale, degli alpini e della Solidal&voluzione O.D.V, oltre al Sindaco di Codroipo Guido Nardini e a Mons. Ivan Bettuzzi.
Si è commosso, Bruno. Per la bellezza dell’amicizia, per i ricordi di una vita intensamente vissuta, per l’affetto sincero di cui è circondato. Non scaccia le lacrime e ammette “Per me il volontariato è la vera ricchezza!” 
Ultimo aggiornamento: 21/02/2024 16:58